Azistrap


La nuova frontiera della moda: normalità e tutela dell’ambiente

Nella moda ciclicamente scoppiano dei fenomeni e non c’è dubbio che oggi sia “l’esaltazione della normalità” la tendenza più diffusa tra i marchi.

E se un storico brand del lusso francese come Dior punta sul rilancio del femminismo e del potere alle donne, un colosso low-cost come H&M lanci una campagna che ritrae una modella olandese con un costume da bagno che mette in evidenza anche inestetismi e rotondità.

Insomma guai a provocare frustrazione nelle signore abituate a pensare di non poter nemmeno aspirare ad un costume troppo sexy o aderente…

Per vendere bisogna vestire tutte senza distinzione di peso e di età e questo imperativo categorico sta diventando virale se subito dopo l’immagine della modella Jill Megan Kortlev in posa con un costume da bagno proposto per l’estate 2019, ci sono stati su Instagram 150 mila like e oltre 700 commenti a conferma che la moda non deve più essere più n sogno riservato a pochi ma aperto a chiunque.

E non è un caso che anche stilisti come Fausto Puglisi abbiano firmato delle capsule collection destinate alle signore che vestono Marina Rinaldi o che molti abbiano portato in passerella casting senza distinzione di età, taglia e razza.

Per non parlare della nuova collezione conscious attenta alla sostenibilità dei prodotti in linea con la preoccupazione, sempre più diffusa, che la moda deve tutelare l’ambiente e che eco sostenibilità e tracciabilità dei prodotti rappresentino la nuova frontiera della moda.

Galleria immagini