Azistrap


439445-terror - italents

Haters 2.0

Con la diffusione dei social, e la condivisione quotidiana di contenuti più o meno privati, sono arrivati gli haters 2.0. È un fenomeno che c’è sempre stato, sebbene in forme diverse. Se una volta il commento negativo poteva essere fatto principalmente a voce o tra amici, ora si cerca la persona tanto “odiata” e lì si inizia a romanzare le proprie convinzioni arricchite da minacce di morte e insulti random.

Questo avviene soprattutto sotto profili di persone conosciute, che sono quindi esposte ad un elevato numero di follower. Personalmente, non sono stata mai “vittima” di minacce pesanti, ma leggendo qua e là, rimango davvero allibita da quanta cattiveria ci sia in giro. È normale ricevere delle critiche quando si è esposti, ma tra il criticare e minacciare/ augurare la morte c’è una bella differenza. Trovo vergognoso come certi individui, possano avere tanta rabbia in corpo, tale da scrivere commenti di una cattiveria mai vista. Spesso sono persone che si nascondono dietro fake, gente frustrata che utilizza il tempo libero così, ad insultare sconosciuti.  

Molte volte invece ci mettono la faccia, e con grandissimo sconforto vedi che queste persone sono adulte, madri di famiglia, persone che dovrebbero educare, dare un buon esempio. E invece no, prendono in mano il telefono, e iniziano a scatenare tutta la loro ira. E quindi smettiamola di pensare che se una cosa è scritta sui social non abbia alcun peso. Perché dietro allo schermo ci sono persone che possono piacervi o non, ma questo non giustifica e mai giustificherà le vostre minacce, la vostra ignoranza e la vostra cattiveria.

 

Arianna Ventura

 

Share

Galleria immagini